NUOVO REGOLAMENTO COMUNITARIO SUI GAS FLUORURATI E NUOVE NORME ATTUATIVE PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ADDETTI

Si ricorda che nella G.U.C.E. L.150/19 del 20 maggio 2014 è stato pubblicato il regolamento (UE) n.517/2014 del 16 aprile 2014 sui gas fluorurati a effetto serra, che ha abrogato il regolamento (CE) n.842/2006 (con applicazione a decorrere dal 1° gennaio 2015). Il nuovo regolamento sui gas fluorurati a effetto serra non ha stravolto il quadro già vigente, ma ha esteso l’ambito di applicazione della norma ad apparecchiature che utilizzano quantità considerevoli di gas fluorurati, ampliando i casi di tenuta del registro. Si segnala altresì che il 18 novembre 2015 sono stati pubblicati sulla G.U.C.E. tre regolamenti europei che fanno seguito al regolamento n.517/2014, sopra citato, in materia di certificazione per lo svolgimento di attività su apparecchiature contenenti gas fluorurati.

Gli obblighi regolamentati entrano in vigore dal 1 luglio 2017 e riguardano, sostanzialmente, la notifica degli organismi di certificazione alla Commissione (ai sensi Reg.2066 e Reg.2067) da parte degli Stati Membri, la notifica dei programmi di certificazione e di formazione (ai sensi Reg.517/2014) e la certificazione delle persone. Ciò premesso risulta utile in questa sede ricordare gli obblighi in capo all’operatore, definito come la persona fisica o giuridica che esercita un effettivo controllo sul funzionamento tecnico delle apparecchiature e degli impianti contenenti tali tipologie di gas.

PERIODICITA’ CONTROLLI DELLE PERDITE

L’operatore delle apparecchiature contenenti gas fluorurati ad effetto serra deve provvedere affinché le apparecchiature contenenti gas fluorurati ad effetto serra vengano periodicamente sottoposte a verifica per attestare la presenza di eventuali perdite. Tale controllo deve essere effettuato ad opera di personale certificato (ai sensi dell’art.9 del DPR 43/2012). Con il regolamento n.517/2014, sopra richiamato, viene modificata la soglia di obbligatorietà delle visite periodiche e della compilazione del registro dell’apparecchiatura con un nuovo parametro, basato sulle tonnellate di CO2 equivalente (ovvero il prodotto del peso dei gas a effetto serra in tonnellate metriche e del loro potenziale di riscaldamento globale GWP) e non più sui limiti di quantità di FGas nel circuito.

Le nuove tempistiche di controllo saranno:

  • tra le 5 e 50 tonnellate di CO2 equivalente almeno una volta ogni 12 mesi;
  • tra le 50 e 500 tonnellate di CO2 equivalente almeno una volta ogni sei mesi;
  • sopra le almeno 500 tonnellate di CO2 equivalente ogni tre mesi.

Nel caso in cui sia installato un sistema di rilevamento delle perdite le tempistiche raddoppiano.

Fino al 31 dicembre 2016 le apparecchiature contenenti meno di 3 kg di gas fluorurati a effetto serra o le apparecchiature ermeticamente sigillate, etichettate come tali e contenenti meno di 6 kg di gas fluorurati a effetto serra, non sono soggette a controlli delle perdite.

REGISTRO DELL’APPARECCHIATURA

L’operatore delle apparecchiature contenenti gas fluorurati ad effetto serra, deve tenere aggiornato un registro contenente le seguenti informazioni:

a) la quantità e il tipo di gas fluorurati a effetto serra contenuti nell’apparecchiatura;

b) le quantità di gas fluorurati a effetto serra aggiunti durante l’installazione, la manutenzione o l’assistenza o a causa di perdite;

c) se le quantità di gas fluorurati a effetto serra installati siano state riciclate o rigenerate, incluso il nome e l’indirizzo dell’impianto di riciclaggio o rigenerazione e, ove del caso, il numero di certificato;

d) le quantità di gas fluorurati a effetto serra recuperati;

e) l’identità dell’impresa che ha provveduto all’installazione, all’assistenza, alla manutenzione e, ove del caso, alla riparazione o allo smantellamento delle apparecchiature compreso, ove del caso, il relativo numero di certificato;

f) le date e i risultati dei controlli delle perdite;

g) qualora l’apparecchiatura sia stata smantellata, le misure adottate per recuperare e smaltire i gas fluorurati a effetto serra.

I registri vanno tenuti dall’operatore, o dall’impresa che svolge l’attività, per almeno 5 anni.

DICHIARAZIONE ANNUALE F-GAS

L’entrata in vigore del nuovo Regolamento CE n.517/2014 non ha modificato struttura, criteri e contenuti della dichiarazione F-GAS. Il valore soglia che permette di stabilire se una apparecchiatura fissa è inclusa nel campo di applicazione della dichiarazione resta quindi fissato a 3 kg di gas fluorurato ad effetto serra.

La suddetta dichiarazione va quindi presentata con modalità telematica entro il 31 maggio di ogni anno, sul portale ISPRA comunicando i dati relativi alle quantità di gas emesse (fughe), rabboccate o eliminate nel corso dell’anno precedente a quello della denuncia. Le informazioni richieste vengono desunte dal registro delle apparecchiature compilato a cura del manutentore.

CERTIFICAZIONE DELLE PERSONE E DELLE IMPRESE

È previsto l’obbligo di certificazione delle persone fisiche che svolgono attività di:

a) installazione, assistenza, manutenzione, riparazione o smantellamento di apparecchiature fisse di refrigerazione e di condizionamento d’aria, pompe di calore fisse, e apparecchiature fisse di protezione antincendio, commutatori elettrici, ma anche di celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero;

b) controlli delle perdite nelle apparecchiature fisse di condizionamento d’aria, pompe di calore fisse; apparecchiature fisse di protezione antincendio e celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero;

c) recupero di gas fluorurati a effetto serra da circuiti di raffreddamento di apparecchiature fisse di refrigerazione, di condizionamento d’aria fisso e di pompe di calore fisse, circuiti di raffreddamento di unità di refrigerazione di autocarri e rimorchi frigorifero, apparecchiature fisse contenenti solventi a base di gas fluorurati a effetto serra; apparecchiature fisse di protezione antincendio e commutatori elettrici fissi.

Viene mantenuto l’obbligo di certificazione per le imprese che svolgono l’installazione, l’assistenza, la manutenzione, la riparazione o lo smantellamento delle apparecchiature fisse di refrigerazione e di condizionamento d’aria, pompe di calore fisse, e apparecchiature fisse di protezione antincendio.

Gli attuali certificati e attestati di formazione emessi a norma del regolamento (CE) n.842/2006 (ancorché abrogato dal Regolamento n.517/2014) restano validi, conformemente alle condizioni alle quali sono stati originariamente rilasciati.

Referente:

Dott.ssa Erika Montanari - montanari.e@rivisrl.it

Corsi in programmazione

12/12/18 CEI 11-27 : Addetti ai lavori elettrici PES/PAV - aggiornamento
12/12/18 Formazione Sicurezza Lavoratori Basso Rischio
12/12/18 Formazione Sicurezza Lavoratori Alto Rischio
13/12/18 Antincendio Rischio Basso - aggiornamento
13/12/18 Piattaforme mobili elevabili con e senza stabilizzatori
14/12/18 Primo Soccorso per aziende dei gruppi B-C - aggiornamento
14/12/18 Primo Soccorso per aziende dei gruppi A - aggiornamento
17/12/18 Carrello elevatore semovente - aggiornamento
18/12/18 Formazione Sicurezza Lavoratori - aggiornamento
14/01/19 Lavori in quota : Addestramento sull'uso corretto e all'utilizzo pratico dei dpi anticaduta per interventi operativi in quota
14/01/19 Lavori in quota : addestramento sull'uso corretto e all'utilizzo pratico dei dpi anticaduta per interventi operativi in quota aggiornamento
15/01/19 Formazione Sicurezza Lavoratori Basso Rischio
15/01/19 Formazione Sicurezza Lavoratori Alto Rischio
15/01/19 Formazione Sicurezza Lavoratori Medio Rischio
16/01/19 Antincendio Rischio Basso - aggiornamento
16/01/19 Antincendio Rischio Medio - aggiornamento
16/01/19 Carrello elevatore semovente
23/01/19 Primo Soccorso per aziende dei gruppi B-C
23/01/19 Primo Soccorso per aziende dei gruppi A
31/01/19 Antincendio Rischio Basso
31/01/19 Antincendio Rischio Medio
06/02/19 Piattaforme mobili elevabili con e senza stabilizzatori - aggiornamento
06/02/19 RLS 4 ore - aggiornamento
06/02/19 RLS 8 ore - aggiornamento
07/02/19 Preposti
07/02/19 Preposti - aggiornamento
12/02/19 Defibrillatore- corso per operatori BLS e DAE
14/02/19 Trattori agricoli o forestali a ruote - aggiornamento
20/02/19 RSPP / ASPP - Modulo A
26/02/19 Lavori in spazi e ambienti confinati - aggiornamento
26/02/19 Lavori in spazi e ambienti confinati - Addestramento
27/02/19 Gru su Autocarro - aggiornamento
05/03/19 RSPP Datori di Lavoro per aziende a basso rischio - aggiornamento
05/03/19 RSPP Datori di Lavoro per aziende a medio rischio - aggiornamento
05/03/19 RSPP Datori di Lavoro per aziende ad alto rischio - aggiornamento
14/03/19 Carroponte
20/03/19 Gru su Autocarro
26/03/19 CEI 11-27 : Addetti ai lavori elettrici PES/PAV
28/03/19 RSPP / ASPP - Modulo B
29/03/19 Il soccorso e il recupero nei lavori in quota - modulo specialistico dpi anticaduta
29/03/19 Il lavoro in quota - modulo specialistico DPI anticaduta e aggiuntivo per addetti al montaggio/smontaggio linee vita
02/04/19 CEI 11-27 : Addetti ai lavori elettrici PES/PAV - aggiornamento
05/04/19 Antincendio Rischio Alto - aggiornamento
09/04/19 Segnaletica Stradale Lavoratori - aggiornamento
09/04/19 Segnaletica Stradale Lavoratori
10/04/19 RSPP / ASPP - aggiornamento
06/05/19 Trattori agricoli o forestali a ruote
08/05/19 ADR Trasporto merci pericolose
08/05/19 RSPP Datori di Lavoro per aziende a basso rischio
08/05/19 RSPP Datori di Lavoro per aziende a medio rischio
08/05/19 RSPP Datori di Lavoro per aziende ad alto rischio
17/05/19 RLS Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza
21/05/19 Formazione Dirigenti
22/05/19 Rischio elettrico per addetti alla manutenzione di veicoli elettrici e ibridi
06/06/19 RSPP - Modulo C
10/06/19 Formazione Dirigenti - aggiornamento
25/06/19 RSPP / ASPP - aggiornamento
02/07/19 Macchine Movimento Terra - aggiornamento
16/07/19 Carrelli semoventi a braccio telescopico
18/09/19 Formazione per Formatori sui temi della sicurezza
25/10/19 RSPP / ASPP - aggiornamento
29/10/19 Verifica e manutenzione accessori di sollevamento
04/12/19 RSPP / ASPP - aggiornamento