NUOVE DISPOSIZIONI PER LE CISTERNE DI GASOLIO

Si informa che in seguito all’entrata in vigore del DM 22/11/2017, è cambiata la normativa a cui sono soggette le cisterne fuori terra di gasolio. Infatti se prima l’uso delle cisterne mobili era consentito solo ad alcune tipologie di aziende, adesso è concesso a tutte le attività fino ad una capacità massima di 9 metri cubi.

Si approfitta quindi dell’occasione per fare un po’ di chiarezza in merito ai requisiti che le cisterne devono avere e riguardo agli adempimenti normativi che devono essere espletati.

Requisiti delle cisterne fuori terra:

Il serbatoio può essere a doppia parete, con sistema di monitoraggio continuo dell'intercapedine (controllo di eventuali perdite), o a parete singola. Se è a parete singola deve avere bacino di contenimento di capacità non inferiore al 110% del volume del deposito, in grado di contenere le eventuali perdite dai serbatoi del deposito e deve inoltre possedere idonee caratteristiche meccaniche.

Il serbatoio nello specifico deve:

Essere installato all’aperto, al di fuori delle zone in cui possono formarsi atmosfere esplosive;

• essere in piano ed essere protetto da idonea difesa contro gli urti accidentali;

• avere tettoia di protezione incombustibile;

• essere saldamente ancorato al terreno;

avere sfiato del tubo di equilibrio, ad altezza almeno 2,40 m dal piano di calpestio, dotato di apposito dispositivo tagliafiamma e posto ad una distanza di 1,5 m da altri fabbricati o impianti;

• avere dispositivo limitatore di carico (non permette il riempimento a più del 90 %)

• avere dichiarazione di conformità CE e di approvazione di tipo, ai sensi del decreto del Ministro dell'interno del 31 luglio 1934;

• avere manuale di installazione, uso e manutenzione;

• avere targa di identificazione, punzonata in posizione visibile con:

           a) il nome e l'indirizzo del costruttore;

           b) l'anno di costruzione ed il numero di matricola; 

           c) la capacità geometrica, lo spessore ed il materiale del serbatoio; 

           d) la pressione di collaudo del serbatoio; 

           e) gli estremi dell'atto di approvazione. 

Deve inoltre essere presente cartellonistica di sicurezza e impianto di messa a terra (con dichiarazione di conformità e verifiche biennali).

Requisiti delle cisterne interrate:

La capacità massima dei singoli serbatoi interrati è stabilita in 50 mc. Può essere a doppia parete, con sistema di monitoraggio in continuo dell'intercapedine o a parete singola metallica od in materiale non metallico all'interno di una cassa di contenimento in calcestruzzo, rivestita internamente con materiale impermeabile e con monitoraggio in continuo delle perdite.

Il serbatoio nello specifico deve avere:

Recinzione senza aperture o rete metallica, di 2,5 m.

• Sistema di sicurezza di 2° grado con semplice tubo di equilibrio

Passo d’uomo in pozzetto con pareti impermeabili con bordi rialzati rispetto al terreno.

• Se in cassa di contenimento: 20 cm dal fondo, 60 cm ai lati e 1 mt nella parte superiore.

Tubazioni interrate di connessione possono essere in materiale non metallico.

Dispositivo di sovrappieno del liquido.

• Una incamiciatura o sistema equivalente per le tubazioni interrate in pressione.

Serbatoio con targa riportante:

            a) il nome e l'indirizzo del costruttore

            b) l'anno di costruzione;

            c) la capacità, lo spessore ed il materiale del serbatoio;

            d) la pressione di progetto del serbatoio e dell'intercapedine.

PROCEDURE AUTORIZZATIVE PER LE CISTERNE DI GASOLIO

Le procedure autorizzative dipendono dal tipo di azienda a cui la cisterna è in carico:

Caso 1:

• Aziende agricole con cisterne sotto i 6000 litri

Sono esentate da qualunque autorizzazione ma le cisterne devono essere a norma (vedi sopra).

Caso 2:

• Cisterne utilizzate per mezzi che non circolano su strada quindi cave, cantieri, uso interno (es muletti funzionanti a gasolio), aziende agricole, fino a 9000 litri.

In questo caso le cisterne sono da autorizzare ai vigili del fuoco, ma sono esentate dalla licenza di esercizio collaudo presso l'ufficio Commercio del comune; occorre inoltre presentare pratica di autorizzazione edilizia in comune.

Caso 3:

• Per tutti gli altri casi.

In questo caso si devono fare le procedure presso i vigili del fuoco, l'autorizzazione edilizia in comune e si deve richiedere all'Ufficio Commercio un’autorizzazione con successivo collaudo effettuato da apposita commissione congiunta.

Lo studio rimane a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Per ogni informazione:

Referente:

Dott.ssa Lucia Calzolari - calzolari.l@rivisrl.it

Tel. 0522/92.24.75

Fax. 0522/36.66.23

Corsi in programmazione

24/01/19 Formazione Sicurezza Lavoratori Basso Rischio
24/01/19 Carrello elevatore semovente
24/01/19 Formazione Sicurezza Lavoratori Medio Rischio
24/01/19 Formazione Sicurezza Lavoratori Alto Rischio
01/02/19 Antincendio Rischio Medio
01/02/19 Antincendio Rischio Basso
05/02/19 Piattaforme mobili elevabili con e senza stabilizzatori
06/02/19 Piattaforme mobili elevabili con e senza stabilizzatori - aggiornamento
06/02/19 RLS 4 ore - aggiornamento
06/02/19 RLS 8 ore - aggiornamento
07/02/19 Preposti
07/02/19 Preposti - aggiornamento
11/02/19 Antincendio Rischio Basso - aggiornamento
11/02/19 Antincendio Rischio Medio - aggiornamento
12/02/19 Defibrillatore- corso per operatori BLS e DAE
14/02/19 Trattori agricoli o forestali a ruote - aggiornamento
20/02/19 Carrelli semoventi a braccio telescopico - aggiornamento
20/02/19 Carrello elevatore semovente - aggiornamento
20/02/19 Lavori in quota : Addestramento sull'uso corretto e all'utilizzo pratico dei dpi anticaduta per interventi operativi in quota - aggiornamento
20/02/19 Lavori in quota : Addestramento sull'uso corretto e all'utilizzo pratico dei dpi anticaduta per interventi operativi in quota
20/02/19 RSPP / ASPP - Modulo A
21/02/19 Primo Soccorso per aziende dei gruppi B-C - aggiornamento
21/02/19 Primo Soccorso per aziende dei gruppi A - aggiornamento
26/02/19 Lavori in spazi e ambienti confinati - aggiornamento
26/02/19 Lavori in spazi e ambienti confinati - Addestramento
27/02/19 Gru su Autocarro - aggiornamento
05/03/19 RSPP Datori di Lavoro per aziende a basso rischio - aggiornamento
05/03/19 RSPP Datori di Lavoro per aziende a medio rischio - aggiornamento
05/03/19 RSPP Datori di Lavoro per aziende ad alto rischio - aggiornamento
06/03/19 Formazione Sicurezza Lavoratori - aggiornamento
14/03/19 Carroponte
19/03/19 Primo Soccorso per aziende dei gruppi B-C
19/03/19 Primo Soccorso per aziende dei gruppi A
20/03/19 Gru su Autocarro
26/03/19 CEI 11-27 : Addetti ai lavori elettrici PES/PAV
28/03/19 RSPP / ASPP - Modulo B
29/03/19 Il soccorso e il recupero nei lavori in quota - modulo specialistico dpi anticaduta
29/03/19 Il lavoro in quota - modulo specialistico DPI anticaduta e aggiuntivo per addetti al montaggio/smontaggio linee vita
02/04/19 CEI 11-27 : Addetti ai lavori elettrici PES/PAV - aggiornamento
05/04/19 Antincendio Rischio Alto - aggiornamento
09/04/19 Segnaletica Stradale Lavoratori - aggiornamento
09/04/19 Segnaletica Stradale Lavoratori
10/04/19 RSPP / ASPP - aggiornamento
12/04/19 Scale a pioli : formazione e addestramento
06/05/19 Trattori agricoli o forestali a ruote
08/05/19 ADR Trasporto merci pericolose
08/05/19 RSPP Datori di Lavoro per aziende a basso rischio
08/05/19 RSPP Datori di Lavoro per aziende a medio rischio
08/05/19 RSPP Datori di Lavoro per aziende ad alto rischio
17/05/19 RLS Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza
21/05/19 Formazione Dirigenti
22/05/19 Rischio elettrico per addetti alla manutenzione di veicoli elettrici e ibridi
06/06/19 RSPP - Modulo C
10/06/19 Formazione Dirigenti - aggiornamento
25/06/19 RSPP / ASPP - aggiornamento
25/06/19 Trabattello : montaggio e smontaggio
02/07/19 Macchine Movimento Terra - aggiornamento
16/07/19 Carrelli semoventi a braccio telescopico
18/09/19 Formazione per Formatori sui temi della sicurezza
25/10/19 RSPP / ASPP - aggiornamento
29/10/19 Verifica e manutenzione accessori di sollevamento
04/12/19 RSPP / ASPP - aggiornamento