MUD 2015

SCADENZA EMISSIONI IN ATMOSFERA CON PROCEDURA ORDINARIA E SEMPLIFICATA

Si ricorda che gli impianti con emissioni in atmosfera autorizzati ai sensi del D.P.R. 203/88 (anche in forma tacita, con domanda presentata alla Sportello Unico), ad esclusione di quelli dotati di autorizzazione generale che sono sottoposti alla disciplina di cui all’art.272 comma 3 del D.Lgs. 152/06, devono presentare domanda di autorizzazione ai sensi dell’art.269 del D. Lgs. 152/2006 (procedura ordinaria) TRA IL 1° GENNAIO 2014 ED IL 31 DICEMBRE 2015, per stabilimenti anteriori al 2006 che siano stati autorizzati in data successiva al 31 dicembre 1999. Considerata l’imminenza delle scadenze vi invitiamo a verificare la vostra posizione in merito.

Si ricorda altresì che le domande di autorizzazione presentate con procedura semplificata in data anteriore al 29/04/2006 per le attività a ridotto inquinamento (ai sensi della precedente normativa DPCM 21/07/1989, DPR 25 luglio 1991) dovevano presentare domanda di rinnovo secondo la nuova normativa (domanda di adesione all’autorizzazione a carattere generale) entro il 31 DICEMBRE 2013. La mancata presentazione della domanda nei termini previsti, comporta la decadenza della precedente autorizzazione e pertanto l’impresa risulta in esercizio senza autorizzazione.

SISTRI – PROROGA PERIODO TRANSITORIO AL 31/12/2015 (D.L. 192/2014 Art. 9 comma 3)

Con il Decreto Legge n. 192/2014, entrato in vigore il 31/12/2014, viene prorogato il periodo di doppio binario (Sistri e registri di carico e scarico/formulari di identificazione rifiuti cartacei) di 1 anno, ovvero fino al 31/12/2015. Viene altresì sospeso il sistema sanzionatorio relativo alla gestione del Sistri fino al 31/12/2015, ad eccezione delle sanzioni previste per la mancata iscrizione o per l’omissione del pagamento del contributo annuale che entreranno in vigore a far data dal 01/02/2015.

MUD 2015 – APPROVATO IL NUOVO MODELLO DI DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Sul supplemento ordinario della Gazzetta Ufficiale n.299 del 27 dicembre 2014 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 dicembre 2014 “Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2015?. Il provvedimento contiene il modello e le istruzioni per la presentazione delle Comunicazioni entro il 30 aprile 2015, con riferimento all’anno 2014, con le modalità di compilazione e trasmissione, i diritti di segreteria e i soggetti obbligati che rimangono immutati rispetto all’anno passato. Il Modello Unico di Dichiarazione ambientale è articolato in Comunicazioni che devono essere presentate dai soggetti tenuti all’adempimento, individuati nel seguito. Per quanto riguarda la Comunicazione relativa ai rifiuti speciali, i soggetti obbligati sono:

  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi.
  • Imprese agricole che producono rifiuti pericolosi con un volume di affari annuo superiore a Euro 8.000,00.
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall’articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g) del D.Lgs. 152/06).
  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti.
  • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione.
  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti.

Le imprese ed enti che producono fino a 7 rifiuti, e per ogni rifiuto utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali, possono presentare la comunicazione rifiuti semplificata su supporto cartaceo. In questo caso rimane immutato l’obbligo di spedire la comunicazione con raccomandata senza ricevuta di ritorno e il diritto di segreteria pari a 15,00 €.

Tra le novità si segnala: il produttore di rifiuti deve indicare la quantità di rifiuto in giacenza al 31/12/2014, distinguendo quelli tenuti in deposito temporaneo in attesa di essere avviati a recupero (R) da quelli in attesa di essere avviati a smaltimento (D); sono stati aggiunti ulteriori stati fisici attribuiti ai rifiuti; è stata aggiunta una nuova voce di origine dei rifiuti “da cantieri mobili e temporanei (anche di bonifica)”; esclusione degli apprendisti dal conteggio del numero dei dipendenti dell’impresa.

Nota: il numero di addetti dell’unità locale (da indicare nel modulo sotto riportato) è un dato statistico che si riferisce al personale che ha operato, a qualsiasi titolo e con qualsiasi forma contrattuale, durante l’anno di riferimento dell’Unità Locale dichiarante. Il numero dei dipendenti dell’impresa, come previsto dalla normativa vigente e per quanto riguarda i soli rifiuti non pericolosi, determina l’obbligo di presentazione del MUD. Il numero dei dipendenti si calcola con riferimento ai dipendenti occupati a tempo pieno durante l’anno cui si riferisce la dichiarazione, aumentato delle frazioni di unità lavorative dovute ai lavoratori a tempo parziale ed a quelli stagionali (che rappresentano frazioni, in dodicesimi, di unità lavorative annue). Vanno esclusi dal computo eventuali collaboratori non dipendenti e familiari, i lavoratori interinali, i tirocini formativi e gli stage nonché i contratti di inserimento e reinserimento e di apprendistato. Per quanto concerne i titolari ed i soci si ritiene che questi debbano essere conteggiati solo se inquadrati anch’essi come dipendenti dell’azienda, e cioè a libro paga (ora libro unico) della medesima. Sono compresi i lavoratori a termine inseriti nell’ordinario ciclo produttivo e quindi rientranti nell’organigramma aziendale: per essi vanno computate le frazioni di unità lavorative, in dodicesimi, di unità lavorative annue. I lavoratori part time devono essere computati in proporzione all’orario di lavoro svolto dal lavoratore.

Qualora intendiate avvalervi del nostro servizio vi chiediamo di scaricare qui e di INVIARCI, via Fax o E-mail, il quadro riassuntivo debitamente compilato, ENTRO LUNEDI’ 23 MARZO 2015. SI SEGNALA CHE IL MODULO DIFFERISCE DA QUELLI INVIATI NEGLI ANNI PRECEDENTI. In modo particolare si chiede la compilazione della delega del legale rappresentante (firmata dal legale rappresentante) per poter procedere all’invio telematico delle dichiarazioni.

Lo studio è a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento

Referenti:

Tommasa Presti - presti.t@rivisrl.it

Ing. Caterina Cattini - cattini.c@rivisrl.it

Dott.ssa Erika Montanari - montanari.e@rivisrl.it

Tel. 0522/92.24.75

Fax 0522/36.66.23

Corsi in programmazione

15/12/17 Antincendio rischio medio
15/12/17 Antincendio rischio basso
21/12/17 Aggiornamento Antincendio rischio medio
21/12/17 Aggiornamento Antincendio rischio basso
22/12/17 Aggiornamento Preposti
22/12/17 Preposti
16/01/18 Formazione Sicurezza Lavoratori per aziende a basso rischio
16/01/18 Formazione Sicurezza Lavoratori per aziende a medio rischio
16/01/18 Formazione Sicurezza Lavoratori per aziende ad alto rischio
17/01/18 Aggiornamento Primo Soccorso per aziende dei gruppi A
17/01/18 Aggiornamento Primo Soccorso per aziende dei gruppi B-C
18/01/18 Carrello elevatore semovente
19/01/18 Aggiornamento Antincendio rischio medio
19/01/18 Aggiornamento Antincendio rischio basso
23/01/18 Aggiornamento Carrello elevatore semovente
24/01/18 Primo Soccorso per aziende dei gruppi B-C
24/01/18 Primo Soccorso per aziende dei gruppi A
29/01/18 Aggiornamento Gru su autocarro
29/01/18 Aggiornamento Piattaforme mobili elevabili con e senza stabilizzatori
30/01/18 Antincendio rischio basso
30/01/18 Antincendio rischio medio
01/02/18 Aggiornamento Formazione Sicurezza Lavoratori
02/02/18 Aggiornamento Trattori agricoli o forestali a ruote
02/02/18 Aggiornamento macchine movimento terra
06/02/18 Piattaforme mobili elevabili con e senza stabilizzatori
07/02/18 Aggiornamento Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza
07/02/18 Aggiornamento Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza
12/02/18 Corso per operatori BLS e DAE
16/02/18 ADDESTRAMENTO SULL’ USO CORRETTO E ALL’ UTILIZZO PRATICO DEI DPI ANTICADUTA - LAVORI IN QUOTA
16/02/18 AGGIORNAMENTO ADDESTRAMENTO SULL’ USO CORRETTO E ALL’ UTILIZZO PRATICO DEI DPI ANTICADUTA - LAVORI IN QUOTA
23/02/18 Aggiornamento lavori in spazi e ambienti confinati
23/02/18 Lavori in spazi e ambienti confinati - Addestramento
01/03/18 Aggiornamento RSPP Datori di Lavoro per aziende a basso rischio
01/03/18 Aggiornamento RSPP Datori di Lavoro per aziende a medio rischio
01/03/18 Aggiornamento RSPP Datori di Lavoro per aziende ad alto rischio
02/03/18 CARROPONTE
15/03/18 Gru su autocarro
27/03/18 Operatori Elettrici
29/03/18 RSPP / ASPP - MODULO B
30/03/18 IL SOCCORSO E IL RECUPERO NEI LAVORI IN QUOTA - MODULO SPECIALISTICO DPI ANTICADUTA
30/03/18 IL LAVORO IN QUOTA - MODULO SPECIALISTICO DPI ANTICADUTA E AGGIUNTIVO PER ADDETTI AL MONTAGGIO/SMONTAGGIO DI LINEE VITA
03/04/18 Aggiornamento Operatori Elettrici
06/04/18 ADDESTRAMENTO E FORMAZIONE AL MONTAGGIO E SMONTAGGIO TRABATTELLI E UTILIZZO SCALE A PIOLI - MODULO SPECIALISTICO DPI ANTICADUTA
09/04/18 Aggiornamento Segnaletica Stradale Lavoratori
09/04/18 Segnaletica Stradale Lavoratori
10/04/18 Trattori agricoli o forestali a ruote
11/04/18 AGGIORNAMENTO RSPP/ASPP
09/05/18 RSPP Datori di Lavoro per aziende a basso rischio
09/05/18 RSPP Datori di Lavoro per aziende a medio rischio
09/05/18 RSPP Datori di Lavoro per aziende ad alto rischio
17/05/18 Direttiva Macchine
18/05/18 Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza
22/05/18 Formazione Dirigenti
05/06/18 RSPP / ASPP - MODULO C
06/06/18 Formazione Formatori
20/06/18 Operatori Elettrici
27/06/18 Aggiornamento per Operatori Elettrici
27/06/18 Aggiornamento Formazione Dirigenti
06/11/18 Verifica e manutenzione Accessori di sollevamento - Funi